Intelligenza artificiale spiegata semplice

Intelligenza artificiale spiegata semplice e Officina Tecnologica: una nuova partnership nel segno dell’intelligenza artificiale.

Intelligenza artificiale spiegata semplice e Officina Tecnologica ufficializzano la partnership volta a diffondere la conoscenza dei concetti e delle potenzialità della IA applicata alle problematiche delle aziende italiane.

Ma partiamo con ordine:

Che cos’è IA spiegata semplice?

IA spiegata semplice è il progetto nato da Pasquale Viscanti e Giacinto Fiore, che in pochissimi anni ha raccolte tutte le principali aziende italiane che sviluppano soluzioni software con IA al pubblico nazionale.

Autori di due libri (disponibili su Amazon), Pasquale e Giacinto sfruttano tutta la loro expertise sull’intelligenza artificiale per spiegare agli imprenditori quali siano i vantaggi e il potenziale che deriva da questa tecnologia grazie ad eventi come la AI WEEK, podcast con interviste e curiosità dal mondo, e partecipazioni ai principali eventi mondiali relativi all’intelligenza artificiale.

IA spiegata semplice è diventato il punto di riferimento nazionale per tutte le aziende che vogliono avviare progetti di IA.

Il progetto di Pasquale e Giacinto ha così portato alla creazione di un Osservatorio Nazionale nel quale sono elencate tutte le principali aziende italiane che, dopo aver raggiunto determinati requisiti tecnologici, sviluppano le migliori soluzioni di IA presenti sul mercato.

Che cos’è Officina Tecnologica?

Officina Tecnologica è una startup innovativa con sede a Rimini specializzata nella realizzazione di software custom e applicativi con intelligenza artificiale conversazionale.

Aisaac Enterprise è il software più evoluto sviluppato da Officina Tecnologica che permette di tradurre il linguaggio naturale in dati strutturati.

Per capire meglio in che modo Aisaac Enterprise è considerato un’importante evoluzione tecnologica per le aziende, dobbiamo anzitutto sapere a cosa serve:

Aisaac Enterprise permette di creare un assistente digitale integrabile a software gestionali, social network, smart speakers, centralini, database, app e siti web.

Un assistente digitale integrato ad esempio ad un software gestionale vuol dire che il software stesso acquisisce la capacità di comunicare verbalmente con gli utenti.

Per capire meglio, facciamo un esempio:

Per sapere quali sono le rimanenze di un articolo in magazzino non è più necessario cercare all’interno del proprio gestionale, ma lo si può chiedere facendo una semplice domanda e ricevendo una risposta immediata.

Allo stesso modo è possibile conoscere immediatamente i dati presenti all’interno di un documento:

se abbiamo una visura camerale in PDF e vogliamo sapere qual è il capitale sociale di quell’azienda, non dobbiamo far altro che chiedere ad Aisaac Enterprise “Qual è il capitale sociale dell’azienda x?” e riceveremo una risposta vocale (se ad esempio stiamo usando Google Assistant) o testuale (se usiamo ad esempio Telegram come canale di comunicazione col software).

Customer care e non solo

Quando un software è capace di comunicare con la lingua degli esseri umani, il primo pensiero è rivolto sicuramente alla customer care.

Aisaac Enterprise permette di automatizzare tutti i compiti tipici della customer care, ad esempio:

  • Fissare e gestire gli appuntamenti
  • Fornire assistenza sui prodotti difettosi
  • Processare acquisti o fornire informazioni su come fare un acquisto
  • Rispondere ai dubbi sulle caratteristiche dei servizi offerti
  • Indicare prezzi e offerte in tempo reale
  • E tanto altro…

Aisaac Enterprise permette alle aziende di effettuare la customer care su:

  • Qualsiasi canale di messaggistica istantanea (WhatsApp, Facebook Messenger, Telegram, Discord, ecc.)
  • Sito web aziendale (e/o area privata dell’utente)
  • Telefonicamente (tramite centralino VoIP)
  • Microsoft Teams e Slack (vedi B2B)
  • Smart Speakers (Amazon Alexa e Google Assistant)
  • App (iOS e Android)
  • Chioschi fisici con Avatar 3D
  • Portali e software custom

La tecnologia di Aisaac Enterprise permette quindi di essere applicata a qualsiasi settore, dal turismo al FinTech, passando per Pubblica Amministrazione, PMI, Gaming, Automotive, Fashion, Luxury, Food&Beverage, istruzione e industrie del settore primario e secondario.

Ogni volta che avviene un’interazione, Aisaac Enterprise registra tutta la conversazione e la trasforma in dati strutturati

Supponiamo che l’utente abbia comunicato sulla chat del sito:

“Non riesco ad inserire la cartuccia nella stampante X”

Dopo aver fornito la risposta, Aisaac Enterprise registra la frase e la scompone grazie all’analisi linguistica su schema Valenziale, creando un report statistico:

  • Anagrafica: Nome utente e data/ora accettazione GDPR
  • Canale di comunicazione: Website
  • Lingua: Italiano
  • Paese: Italia
  • Regione: Lazio
  • Città Roma
  • Interesse: Assistenza
  • Entità (dell’interesse): Cartuccia
  • Gruppo Entità: Stampante X

A questo punto, oltre a determinare che la risposta è stata data correttamente (e quindi aggiornare il grafico inerente alla performance dell’assistente digitale), Aisaac Enterprise aggiorna le statistiche conversazionali e sarà possibile conoscere quanti altri utenti in Italia di lingua italiana e residenti a Roma hanno avuto problemi con la cartuccia della stampante X.

Questo tipo di statistica permette quindi di capire se è necessario intervenire sulle istruzioni consegnate ai clienti o se è necessario rivedere il prodotto in fase di produzione (e come eventualmente migliorarlo).

 

Per saperne di più sull’intelligenza artificiale e come la tua azienda può trarne beneficio, puoi contattare Officina Tecnologica qui.